TIPOLOGIE DI ACCIAIO

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Bentornato, in questo articolo ti parlerò delle varie tipologie di Acciaio.

L’Acciaio, per caratteristiche tecniche ed estetiche, è uno dei miei materiali preferiti.

Credo inoltre che, se vuoi imparare a saldarlo, devi assolutamente conoscerne le varie tipologie e le rispettive caratteristiche tecniche.

Anche perché in base al materiale, come avrai potuto leggere negli altri articoli, cambiano settaggi, elettrodi, gas, ecc…

Per prima cosa però andiamo a vedere che cos’è davvero l’Acciaio.

CHE COS’È L’ACCIAIO

L’Acciaio è una lega composta da Ferro e Carbonio in cui la percentuale di Carbonio non è superiore al 2,06%.

Per percentuali di Carbonio superiori si parla di ghisa.

L’Acciaio viene utilizzato in moltissimi campi, dall’edilizia, alla meccanica, alla produzione di arredi ecc…

Ma si fa presto a dire Acciaio.

Sicuramente avrai sentito parlare di Acciaio Inox o Acciaio al Carbonio.

Qual è la differenza?

Come facciamo a riconoscerli?

TIPI DI ACCIAIO

Secondo l’American Iron & Steel Institute (AISI) esistono 4 categorie di Acciaio:

  • Acciaio al carbonio
  • Acciaio legato
  • Acciaio inox
  • Acciaio per utensili

Gli Acciai al carbonio rappresentano il 90% della produzione totale di Acciaio e sono Acciai che non contengono altri elementi all’interno della lega.

Essi possono essere suddivisi a loro volta in 3 categorie a seconda della percentuale di Carbonio contenuta:

  • Dolci (massimo 0,3%)
  • Medi (0,3-0,6%)
  • Ad alto tenore di carbonio (+ dello 0,6%)

L’Acciaio al Carbonio è sì il più diffuso, ma è anche il meno pregiato per le caratteristiche tecniche che lo rendono malleabile e facilmente lavorabile, ma altamente soggetto a corrosione e sensibile alle alte e basse temperature.

Ovviamente queste caratteristiche variano in base alla durezza data dalla percentuale di carbonio.

Gli Acciai Legati contengono, invece, elementi leganti come manganese, silicio, nichel, cromo, titanio, rame e alluminio.

Questi elementi vengono dosati e aggiunti in base alle caratteristiche tecniche e meccaniche che si vogliono conferire all’acciaio stesso.

Gli Acciai di questo tipo vengono impiegati soprattutto nella meccanica e nella realizzazione di condotte.

L’Acciaio Inox (o inossidabile) è sicuramente uno dei più famosi.

Ovviamente, come dice il nome stesso, è un materiale altamente resistente all’ossidazione grazie ad un contenuto di cromo tra il 10-20%.

Infatti, aumentando di oltre l’11% il contenuto di cromo si ottiene una resistenza 200 volte maggiore alla corrosione rispetto all’Acciaio Dolce.

Gli Acciai inox a loro volta si dividono in Martensitici, Ferritici e Austenitici.

Gli Acciai per utensili contengono tungsteno, molibdeno, cobalto e vanadio in quantità variabili per aumentarne la resistenza al calore e la durabilità, rendendoli ideali per lavorazioni quali il taglio e la perforazione.

I prodotti in Acciaio possono anche essere divisi per le loro forme e applicazioni correlate:

I prodotti lunghi / tubolari comprendono barre, rotaie, cavi, angoli, tubi e travi. Questi prodotti sono comunemente usati nei settori automobilistico e delle costruzioni.

I prodotti piatti includono lastre, fogli, bobine e strisce.

Questi materiali sono utilizzati principalmente in parti automobilistiche, elettrodomestici, imballaggi, costruzioni navali e costruzioni.

Con questi Acciai si realizzano inoltre valvole, raccordi e flange e sono principalmente utilizzati come materiali per tubazioni.

A tutti questi Acciai possiamo aggiungere l’Acciaio Corten.

Il Corten è un Acciaio basso legato contenente piccole percentuali di rame, cromo e fosforo.

Oggi trova largo impiego nell’edilizia e nella realizzazione di oggetti e strutture di Design.

Infatti questo Acciaio ha la capacità di auto-proteggersi continuamente dalla corrosione formando una patina di ruggine molto efficace e apprezzata dal punto di vista estetico.

CONCLUSIONI

Spero che anche questo articolo ti sia stato utile.

Comunque nel caso tu voglia approfondire l’argomento ti consiglio di leggere gli altri articoli relativi su questo blog e guardare il mio Videocorso di Saldatura per principianti in cui troverai lezioni con interessanti esempi pratici e test sui materiali.

Al prossimo articolo.

Ciao

Giuseppe Conte

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Altri articoli:

HeY, hai gia' scaricato il mio pdf gratuito?

Inserendo i dati potrai scaricare il PDF con tutte le misure e i Files DXF per il taglio plasma