Bentornato, in questo articolo ti parlerò di come si salda il rame.

Per prima cosa però cerchiamo di capire che cos’è il rame e quali sono le sue caratteristiche fisiche e tecniche.

Conoscere queste cose di un materiale ci fa capire quali sono le lavorazioni possibili e come usarlo concretamente nei nostri progetti di fai da te.

CHE COS’E’ IL RAME?

Il rame è il metallo che l’essere umano usa da più tempo.

Infatti sono stati ritrovati manufatti in rame risalenti a circa 11000 anni fa.

Si tratta di un metallo di colore rosato/rossastro con caratteristiche si lavorabilità uniche.

La più nota caratteristica tecnica è certamente l’elevatissima conducibilità elettrica, in cui è secondo solo all’argento.

Proprio per questo il rame viene usato per realizzare i cavi elettrici.

Inoltre è un metallo estremamente duttile e malleabile e viene unito a diversi altri materiali per formare leghe molto utili come l’ottone e il bronzo.

Un’altra caratteristica fondamentale del rame è certamente l’alta resistenza alla corrosione.

Il rame si trova in natura come minerale e viene estratto dal terreno sotto forma di pepite.

Grazie a queste sue caratteristiche, oltre ad essere ampiamente utilizzato nell’industria elettrica ed elettronica, trova applicazione in tantissimi campi tra cui:

  • idraulica (tubature, rubinetti, sanitari, valvole ecc)
  • edilizia (grondaie, pannelli ecc)
  • arredamento (maniglie, inserti, ecc)
  • monete
  • arte
  • cucina (pentole, posate, stampi ecc)
  • strumenti musicali

COME SALDARE IL RAME

Ok, ma come si salda il rame.

Prima di iniziare a saldare il rame bisogna effettuare un’operazione fondamentale per privare il rame di eventuali elementi che lo rendono “impuro” e complesso da lavorare come possono essere lo zolfo, il piombo e il fosforo.

Questa procedura si chiama decapatura del rame e viene fatto attraverso l’immersione in acidi a livello industriale.

Come ti dicevo è un processo industriale ma può essere fatto anche fai da te con l’aiuto dell’acido muriatico, facendo ovviamente molta attenzione.

Grazie alle sue caratteristiche di malleabilità, questo metallo può essere saldato con diverse tecniche.

Per saldare piccoli pezzi con spessori ridotti, ovviamente, basta scaldare il rame che di unisce facilmente.

Nel caso di superfici e spessori maggiori, invece, bisogna aiutarsi con la saldatrice ad arco e un elettrodo con materiale d’apporto avente un’alta percentuale di rame stesso e nichel così da evitare le bruciature sulla superficie.

Un’altra tecnica che si può usare è con il cannello a gas e l’argento per saldatura munendosi di borace in polvere per proteggere la saldatura dall’ossidazione.

CONCLUSIONI

Spero che anche questo articolo ti sia stato utile e chiaro.

Comunque, nel caso in cui tu voglia approfondire l’argomento Saldatura, ti consiglio di leggere gli altri articoli presenti su questo sito e scaricare il mio Videocorso di Saldatura per principianti in cui troverai moltissimi esempi pratici.

Al prossimo articolo.

Ciao

Giuseppe Conte