Base mobile con sistema di sollevamento idraulico

/
/
Base mobile con sistema di sollevamento idraulico

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Bentornato nel blog di saldamente.com, il primo sito italiano sulla saldatura fai-da-te.

In questo articolo ti parlerò di come ho costruito una base mobile con sistema di sollevamento idraulico tutta in acciaio.

Io l’ho realizzata per poter spostare il banco sega in giro per il laboratorio perché lo spazio non è moltissimo e ho bisogno di spostare spesso le macchine stazionarie soprattutto per fare le riprese dei miei video.

La maggior parte di quelle che ho visto cercando online non mi piacevano perché la macchina era sempre sulle ruote e in fase di lavorazione il peso andava a scaricarsi tutto su dei piedi sovraccaricandoli.

Io invece volevo un sistema contrario: la base doveva essere sempre poggiata a terra e poi si poteva spostarla sollevando la macchina con un sistema di leve.

All’inizio non sapevo bene come avrei ottenuto questo risultato, ma dopo mesi di studio, progettazione e dopo aver fatto diverse prove sono arrivato al risultato ottimale, ma vediamo come ho fatto!

PEDALE IDRAULICO

Per fare il sistema di alzata ho acquistato un martinetto idraulico, ma ho visto che quando premevo per alzare il pedale restava abbassato.

Quindi ho deciso di fare un sistema a molla per farlo risalire automaticamente.

Perciò ho usato lo stesso tubo fornito con il martinetto per il pedale, ma rimuovo la vernice e lo saldo con la saldatrice a filo per tenerlo fissato.

Poi l’ho forato per agganciare la molla e dopo un paio di test raggiungo il risultato voluto.

Foro anche la base per avvitarla al telaio in acciaio e il pistone per imbullonarlo al sistema di alzata che vedremo tra poco.

Per il telaio utilizzo un piatto d’acciaio da 5×50 mm e taglio i pezzi che mi servono alla troncatrice.

Imposto il telaio mettendo il piatto di taglio e faccio prima dei punti a MIG per bloccarlo e controllo lo squadro.

Quindi posso saldare definitivamente sia al’esterno che all’interno.

Con 3 pezzi di piatto e una piastra creo il vano di alloggiamento del martinetto.

Usando una parte del tubo del pedale creo anche il pedale per far riscendere il sistema una volta che abbiamo posizionato definitivamente il banco.

SUPPORTI PER LE RUOTE

Taglio dei pezzi di tubolari per montare le 4 ruote girevoli da 80 mm di diametro; queste ruote possono sostenere circa 40/50 kg l’una e considerando che il banco pesa circa 60 kg in totale vanno più che bene.

I pezzi di tubolare tagliati in precedenza li foro in 4 unti per avvitare le ruote e lo saldo al telaio creato in precedenza.

Metto le ruote ai 4 angoli esternamente per avere una distribuzione migliore del peso e perché al centro del telaio ci sarà il banco sega con tutto il sistema di alzata.

SISTEMA DI ALZATA A TRASMISSIONE

Per prima cosa devo crearmi la staffa che parte dal martinetto idraulico e trasmette la forza a tutto il sistema perciò piego un pezzo di piatto a Z per fare l’aletta che va poggiata sul pistone idraulico, la staffa che sosterrà un lato del banco sega e il pezzo che sarà connesso al lato opposta.

Successivamente da una piastra in acciaio ritaglio con la smerigliatrice angolare una L che sarà lo snodo di trasmissione e lo foro per unirlo al telaio in modo da creare il perno su cui ruoterà per alzare il tutto.

Dal lato opposto del telaio creo un’altra barra di sostegno e 2 pezzi ad L di trasmissione e sarà tutto legato alla prima barra a Z per sollevare in modo uniforme ed efficace il banco sega.

Per far muovere tutto insieme monto un tubo tondo con una barra filettata all’interno tra le due L.

Alla fine ho dovuto rifare anche la staffa a Z perché avevo bisogno di un’altra L per migliorare la trasmissione.

Vernicio tutto con spray nero opaco a bomboletta.

CONCLUSIONI

Per finire ho messo un pezzetto di tappetino adesivo per proteggere i pedali dall’abrasione della vernice che sarà sollecitata con le scarpe ogni volta che si solleverà e abbasserà il tutto.

Prima di piazzare il banco sega sul sistema ho fatto un test con dei pesi posizionandoli nel punto più critico per vedere se funzionasse bene.

Devo dire che mi ha portato via molto tempo e fatica sia fisica che mentale perché ha richiesto molta progettazione e studio ma è davvero un sistema fantastico!

Io l’ho fatta su misura per il mio banco sega, ma ovviamente tu puoi replicarla con le tue misure e secondo le tue esigenze per qualsiasi macchina o oggetto che vuoi.

Per vedere la realizzazione di questa base in ogni passaggio ti consiglio di guardare il mio video sul canale YouTube Makers at Work.

In questo modo vedrai nei dettagli anche il funzionamento del sistema.

Al prossimo articolo.

Ciao

Giuseppe Conte

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Altri articoli:

HeY, hai gia' scaricato il mio pdf gratuito?

Inserendo i dati potrai scaricare il PDF con tutte le misure e i Files DXF per il taglio plasma